Chiedere l'iscrizione al registro degli assistenti familiari

Chiedere l'iscrizione al registro degli assistenti familiari

Il registro degli assistenti familiari è uno strumento istituito preso il Comune di Terracina al fine di qualificare e supportare il profilo professionale dell’assistente familiare e di facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta di assistenza e cura della persona.

Il registro contiene i dati personali, le esperienze lavorative, le disponibilità  sugli orari di lavoro e il target delle assistenti familiari, in possesso di professionalità, che intendono proporsi alle famiglie per l'attività di cura e assistenza alle persone che si trovano in condizioni di fragilità (anziani, disabili, minori, totalmente o parzialmente non autosufficienti).

Il registro è pubblico e viene aggiornato ogni sei mesi.

Puoi consultare il registro sul sito internet del Comune.

Requisiti soggettivi

Si possono iscrivere al registro coloro che possiedono i seguenti requisiti:

  • abbiano compiuto 18 anni di età
  • se cittadini italiani, abbiano assolto l'obbligo scolastico
  • se cittadini stranieri, comunitari e non, abbiano una sufficiente conoscenza della lingua Italiana  che consenta la relazione sociale e la comprensione di un vocabolario tecnico attinente ai compiti dell’assistente familiare,e siano in possesso di un regolare permesso di soggiorno valido al momento della consegna della domanda di iscrizione
  • abbiano frequentato, con esito positivo, un corso di formazione professionale teorico-pratico della durata di almeno 200 ore erogato da un Ente accreditato presso le Regioni dello Stato Italiano o di avere acquisito un diploma di qualifica professionale o un altro titolo di studio legalmente riconosciuto nell'area dell'assistenza socio-sanitaria (OSS, OSA, ADEST, OTA ) con riferimento all'attività di accreditamento della cura alla persona. Saranno riconosciuti validi anche i titoli esteri equipollenti riconosciuti dal Ministero delle Politiche Sociali
  • non abbiano a proprio carico sentenze passate in giudicato, ovvero sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale per qualunque reato che incida sulla moralità professionale, né carichi penali pendenti per i medesimi reati;
  • in caso di assenza di esperienze formative, aver svolto un’attività lavorativa documentabile in Italia di almeno 12 mesi, anche non continuativi, nel campo dell’assistenza alla persona. 

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Io sono: Anziano
Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 18/02/2019 10:48.58